1. Home »
  2. Blog »
  3. L'orto sul balcone »
  4. Come realizzare un orto sul balcone - indicazioni preliminari
L'orto sul balcone

Come realizzare un orto sul balcone - indicazioni preliminari

pubblicato il 25.11.2010

L'orto coltivato in vaso consente di consumare verdura sana, gustosa e soprattutto "fatta in casa" anche a coloro che dispongono di spazi limitati, come puo' essere un semplice balcone. L'orto sul balcone può, oltre che svolgere una funzione prettamente ornamentale, soddisfare il nostro gusto estetico e rappresentare un piccolo rifornimento fresco e quotidiano di frutta e verdure.
La coltivazione di un orto può anche rappresentare un'attività ludica ed educativa per i bambini che, se coinvolti, imparano i nomi delle piante, le stagioni, i nomi degli insetti e i cicli della natura.
Per trasformare un balcone in uno spazio capace di produrre verdure pronte all'uso senza penalizzarne l'estetica basta riservare il fronte del balcone alle piante da fiore e lo spazio interno, non direttamente visibile, a ridosso dei muri, agli ortaggi in vaso.
Realizzazione
Prima di iniziare la coltivazione di ortaggi sul balcone di casa è necessario organizzare bene gli spazi. Se si dispone di balconi di grandi dimensioni si possono adottare soluzioni diverse, come per esempio cassoni o fioriere di 1 metro di lunghezza per 1 metro di larghezza, che riproducono una vera e propria aiuola e permettono la coltivazione di più specie. Se invece lo spazio a disposizione è ridotto, l'unica soluzione è quella di utilizzare portavasi che si sviluppano in altezza senza dimenticare che anche muri e ringhiere possono essere utilizzati come tutori per piante rampicanti o da spalliera (fagioli, fragole, zucche, piselli, pomodori, melanzane, ecc...). Vasi e cassette possono essere appesi ai muri o alle ringhiere guadagnando così spazio per il nostro orto sul balcone.
E' bene ricordare che dal momento che siamo noi gli artefici del nostro orto, possiamo anche decidere di realizzare noi stessi i contenitori, utilizzando i più disparati materiali di recupero: latte, da forare sul fondo, da appendere a loro volta su sostegni di canne di bambù o un porta scarpe a tasche applicato con alcuni ganci sulla parete di casa possono rappresentare delle valide soluzioni fai da te. Si possono anche utilizzare delle comuni grondaie, riempiendole di terriccio ed adattandole alla lunghezza della finestra di casa, oppure appendendole al muro. Insomma è possibile esprimere la nostra creatività in mille modi realizzando un orto per il quale non solo scegliamo le essenze da coltivare ma creiamo noi stessi i supporti di coltivazione.
Esposizione
Prima di iniziare la predisposizione dell'orto è necessario valutare l'esposizione. Ideali alla coltivazione di ortaggi sono tutti i balconi orientati ad est, sud-est, ovest e sud-ovest perché ricevono la giusta quantità di luce e calore. I balconi esposti a sud sono molto assolati e si devono pertanto prevedere protezioni, come reti ombreggianti o tettoie, in grado di tenere le piantine all'ombra durante le ore più calde. Se invece il balcone è rivolto a nord la limitata esposizione ai raggi solari ci obbliga a ridurre la varietà di piante che possiamo coltivare.
Esistono comunque varietà di piante che amano il sole, come pomodori, zucchine, melanzane, cetrioli, peperoni, erba cipollina, e altre invece che preferiscono posizioni più all'ombra come spinaci, lattughe, carote, ravanelli e aromatiche.

Copyr S.p.A, Società con azionista unico | CF 00394920581 | P.IVA 00878291004 | REA Milano 1812494 | Registro imprese milano n. 00394920581 | Capitale sociale 871.200 euro int.vers.
Credits - Consorzio di Imprese - Scarica il Codice Etico - Privacy Policy