1. Home »
  2. Blog »
  3. Le piante ornamentali »
  4. Prevenzione
Cerca nel Blog
Le piante ornamentali

Prevenzione

pubblicato il 12.12.2011
Ticchiolatura su foglia di melo (foto wikipedia)

Prevenzione: malattie e parassiti in inverno!!
Brrr … è arrivato il freddo e con l'inverno le piante subiscono dei cambiamenti fisiologici cioè la loro attività vegetativa rallenta. Le piante più delicate vanno riportate all'interno dell'abitazione, ma questo passaggio può rappresentare un momento di particolare stress, come ad esempio negli ambienti casalinghi dove la temperatura elevata e l'aria secca potrebbero essere altrettanto fatali. In inverno dobbiamo essere un po' più attenti a malattie e parassiti e quindi alla salute delle nostre piante, controllando con attenzione le foglie. In appartamento le particolari condizioni ambientali (troppo secco, troppo caldo, poca luce, etc..) possono favorire l'attività di molti parassiti, in particolare il ragnetto rosso (Tetranichus urticae) e gli aleurodidi (mosche bianche).

Parassiti: I ragnetti rossi sono molto piccoli, generalmente non visibili a occhio nudo e provocano necrosi e seccume delle foglie. Sono in grado di compiere molte generazioni all'anno, originando un numero elevatissimo di individui. Insomma attenzione all'invasione delle macchie rosse!!

Parassiti: Gli aleurodidi (moscerini bianchi o mosche bianche) non superano in genere i 2 mm di lunghezza. Sono ottimi volatori e si trovano sulla pagina inferiore delle foglie. Provocano ingiallimento fogliare fino a possibile caduta. Guardiamo attentamente e se notiamo segnali che ci svelino l'attacco di questi parassiti interveniamo tempestivamente con insetticidi specifici per evitare che le piante vengano danneggiate irreparabilmente e che i parassiti si diffondano sulle piante vicine. Ma questo non succede solo in terrazzo ma attenzione al giardino dove possono presentarsi gli stessi problemi. Facendo un'analisi e studiando un po' più in particolare gli insetti scopriamo che questi trascorrono la stagione invernale all'interno di rifugi di fortuna: rami rotti e secchi, corteccia e foglie cadute a terra. L'unico consiglio utile è quello della prevenzione con trattamenti naturali contro i nemici, parassiti, più insidiosi, sia vegetali (ruggine, cancro, peronospora, oidio, muffe, ticchiolatura, bolla, corineo) sia animali (cocciniglia, ragnetto rosso, afidi, aleurodidi, psille) diventano indispensabili, e consentono di intervenire in misura minore dalla primavera. In particolare i trattamenti sono molto efficaci per quelle piante (come ad es. i fruttiferi) che si trovano in stato di riposo vegetativo. Questo ci permetterà di intervenire con concentrazioni più elevate e di colpire nel momento in cui i parassiti sono immobili (stato di quiescenza) subendo così per più tempo l'azione dell'antiparassitario.

Concludendo posso solo ribadire ancora una volta che la migliore difesa è la prevenzione e un trattamento fungicida o insetticida preventivo è sempre consigliabile. Con piccoli accorgimenti, tecniche di ordine preventivo e trattamenti mirati è possibile contenere i danni causati dai parassiti animali e vegetali. Quindi attenzione!!