1. Home »
  2. Blog »
  3. Il frutteto »
  4. La coltivazione delle Peonie!

Dal blog di Copyr

Il frutteto

La coltivazione delle Peonie!

pubblicato il 30.04.2013

La Paeonia è l'unico genere della famiglia delle Paeoniaceae e comprende specie erbacee perenni alte fino a 1 m e arbusti a foglie caduche alti fino a 2 m con coloratissime e profumate fioriture.
La specie è originaria del Medio Oriente, più precisamente della Cina dove è chiamata "la regina dei fiori".
Le peonie sono piante adatte ad essere coltivate in giardini rocciosi, bordure, aiuole, e in vaso. Importante: evitate le correnti d'aria!

I fiori, doppi o semidoppi, possono essere variegati e dai colori più vari: rossi, bianchi, rosa, porpora a tinta unita o screziati.
Le peonie presentano un bel fogliame verde scuro, assai ornamentale così come la fioritura durevole e profumata.

In autunno le piante vanno in riposo e la vegetazione aerea si secca e va recisa alla base.
Le radici svernano nel terreno per rimettere i getti a partire da inizio marzo.

Le arboree o arbustive sono piante lignificate, cespugliose, che possono superare anche i 2 m di altezza. In autunno perdono le foglie e fioriscono tra aprile e maggio.
La loro crescita è molto lenta e in genere sono piante molto longeve. Le forme meno vigorose generano un arbusto di 40-60 cm, quelle con portamento vigoroso ma contenuto formano un cespuglio di circa 1 m, mentre le più grandi arrivano appunto ai 2 m di altezza nel corso degli anni.
Ricordate che le peonie non sono piante impegnative in quanto non necessitano di cure particolari: è sufficiente "ripulire" le piante togliendo i rami secchi al principio della primavera.

 

 

Piante associate