1. Home »
  2. Blog »
  3. Pratiche agronomiche »
  4. Cura dell’Ortensia

Dal blog di Copyr

Pratiche agronomiche

Cura dell’Ortensia

pubblicato il 28.07.2016

Fioriscono in questo periodo le ortensie: Hydrangea macrophylla (o H. hortensis) è la specie più frequentemente coltivata, con i classici fiori rosa o azzurri, molto diffusa nei giardini e nei cortili. Questi arbusti possono essere coltivati sia in piena terra che in vaso, con notevole facilità e poche cure, l’importante è ricordarsi di utilizzare un terriccio specifico per piante acidofile e mantenere la pianta prevalentemente in mezz’ombra, poiché soffre l’irraggiamento diretto del sole soprattutto nelle ore centrali della giornata, più calde. Le ortensie sono molto apprezzate per la bellezza dei loro fiori; sono infiorescenze a corimbo, globose, del diametro di 10-20 cm, composte da numerosi fiorellini a quattro petali generalmente di colore rosa, azzurro o anche bianco.
E se le nostre ortensie vengono attaccate dal ragnetto rosso? La sua presenza si manifesta con sottilissime ragnatele che avvolgono i fiori o le foglie, opacizzando la bellezza di questi fiori e rovinandone l’aspetto estetico oltre che indebolendo la pianta, che perde di vigoria. Che fare? Contro i ragnetti, altrimenti definiti acari, è necessario intervenire con un prodotto specifico acaricida, come il Botanigard 22 wp: consultate le pagine di questo sito per ulteriori consigli in merito, o rivolgetevi all’agronomo di Copyr a vostra disposizione.

Piante associate