1. Home »
  2. Piante »
  3. Piante da orto »
  4. Cece

Cece

Categoria: Orto

Il cece (Cicer arietinum) è una pianta erbacea della famiglia delle Fabaceae (o Leguminoseae). Il cece è una pianta originaria del Medio Oriente. Il nome deriva dal latino cicer che, a sua volta, trae forse origine dall'antico greco macedone κκερροι, kíkerroi = pallidi, giallastri. Il nome specifico arietinum si riferisce invece alla somiglianza che hanno i semi con il profilo della testa di un ariete. In Italia la coltivazione è diffusa soprattutto nelle regioni centrali e meridionali. La pianta presenta un portamento eretto, semiprostrato o prostrato e può raggiungere 1 m di altezza. Tutta la pianta si presenta pubescente, per la presenza di peli ghiandolari. L'apparato radicale è piuttosto profondo - fino a 2 m - costituito da una radice principale e da ramificazioni laterali più o meno abbondanti. Le foglie sono composte da foglioline dentate; i fiori sono solitari ascellari, bianchi, rosei o rossi. Il frutto è un legume, a conformazione ovato - oblunga, densamente pubescente, contenente 1 o 2 semi. I semi presentano una forma globulare o angolare - rostrata, superficie liscia o rugosa e colorazioni diverse (biancastro, crema, verde, rosso, bruno, nero). Due le varietà principali di ceci: la "mediterranea", con semi grossi e di colore giallo, e l' "orientale", con semi più piccoli tendenti al rossiccio.

I ceci in cucina vengono impiegati per accompagnare piatti a base di pasta, minestre o zuppe, focacce e torte salate. I ceci lessati, possono essere gustati da soli, conditi con un filo d'olio d'oliva, oppure insaporiti con alloro, rosmarino, pepe, sedano, aglio; si accompagnano anche molto bene ai piatti di pesce.

 

Coltivazione: è una pianta microterma (adatta a vivere in ambienti freddi) che germina con sufficiente prontezza con temperature di circa 10 °C

Messa a dimora: si semina a fine inverno. La disponibilità di cultivar selezionate per resistenza al freddo rende oggi possibile, quanto meno nelle regioni centro-meridionali, di anticipare la semina all'autunno (ottobre-novembre), con notevoli vantaggi in termini di resa

Irrigazione: il cece è dotato di un'eccellente capacità di estrazione dell'acqua dal terreno; l'irrigazione è necessaria in annate particolarmente asciutte per permettere la germinazione del seme ed eventualmente anche dopo l'allegagione (la fase iniziale dello sviluppo dei frutti successiva alla fioritura)

Raccolta: la raccolta - compresa tra luglio e agosto - del cece tradizionalmente si fa estirpando le piante a mano e lasciandole completare l'essiccazione in campo.

Antracnosi

Malattie

L'antracnosi è provocata da diverse specie di funghi appartenenti al genere Colletotrichum. La patologia si presenta su tutti gli organi del pianta, che deperiscono e mostrano maculature grigio-brune, successivamente le macchie si espandono fino a formare aree necrotiche. L’Antracnosi è favorita da condizioni ambientali caldo-umide e può essere presente su orticole e ornamentali.

Vedi scheda completa