1. Home »
  2. Piante »
  3. Piante ornamentali »
  4. Crisantemo

Crisantemo

Categoria: Ornamentale

Il genere chrysanthemum conta decine di specie di piante erbacee perenni o annuali, originarie dell'Asia, dell'Africa, dell'Europa. Famiglia delle Asteraceae. La parola Chrysantemon in greco è composta da chrysos= oro e anthemon o anthos = fiore. Il crisantemo, il cui nome  quindi significa "fiore d'oro", giunse in Europa, dall'Oriente, nella seconda metà del 1700. Esistono numerosi ibridi e varietà coltivati come piante ornamentali in floricoltura e nel giardinaggio. In Italia il crisantemo fiorisce alla fine di ottobre e proprio per la concomitanza della fioritura con la celebrazione dei defunti si è soliti attribuire a questo fiore una connotazione triste. Nei paesi anglosassoni - così come in Cina e Giappone - è invece simbolo di gioia, vitalità e pace. Secondo la specie ed il clima, fiorisce a partire dalla primavera-estate fino verso la fine di ottobre. I fiori sono di forma diversa a seconda della specie; il colore varia dal bianco, al giallo, al rosa, al viola in tutte le possibili sfumature.                                                                                           Tra le perenni più conosciute troviamo tutti gli ibridi del Chrysanthemum sinensis e del Chrysanthemum indicum, dai quali si producono i fiori recisi venduti dai fioristi.

Tra le specie annuali si ricordano il Chrysanthemum carinatum e il Chrysanthemum segetum, caratterizzati da fiori simili alle margherite.

Le varietà nane di Chrysanthemum derivati da C.coreanum e C. rubellum hanno numerosi piccoli fiori coloratissimi per vasi fioriti o aiuole. Il C. paludosum che porta piccoli fiori bianchi con centro giallo, si adatta bene nei giardini e alla coltivazione in vaso. La Margherita comune (Chrysanthemum leucanthemum) spontanea nei nostri prati, dai fiori bianchi all'esterno e gialli al centro; utilizzata anche come pianta officinale e medicinale. C. corymbosum adatto per aiuole miste di specie perenni.

C. lacustre vigoroso rustico, coltivato in giardino o per il fiore reciso.

C. macrophyllum molto rustico per la formazione di coloratissime aiuole nei giardini.

Il crisantemo è un fiore veramente per ogni occasione, utili per abbellire, ma anche per emozionare, sia per le occasioni tristi, che per quelle gioiose.

 

Esposizione: le piante vanno poste in posizione soleggiata e ben riparata dai forti venti; i crisantemi si adattano bene anche alla mezz'ombra

Coltivazione: si tratta di piante dalla facile coltivazione. Non richiedono cure eccessive. Molte specie di  crisantemi possono essere tranquillamente coltivati anche in giardino. Fiori grandi e cespugli densi si ottengono con una costante decimazione della pianta e con la asportazione dei germogli laterali. Se lasciati indisturbati tendono a crescere molto e in modo disordinato

Messa a dimora: le specie annuali si seminano in primavera in contenitori riempiti di torba e sabbia e mantenuti alla temperatura di 18 °C. Le specie perenni si moltiplicano preferibilmente per talea o divisione dei cespi; il periodo più indicato va dalla primavera fino a giugno-luglio

Irrigazione: irrigare abbondantemente in estate, ridurre nel periodo invernale.

Marciumi

Malattie


I marciumi di colletto e radici sono causati prevalentemente dai funghi delle specie Pythium e Phytophtora, questi attaccano le parti sotterranee delle piante causando ingiallimento e morte della pianta. A causa della loro natura non sono facilmente individuabili e spesso quando si decide di intervenire è troppo tardi poiché lo stato di salute della pianta è alquanto compromesso.

Vedi scheda completa