1. Home »
  2. Piante »
  3. Piante ornamentali »
  4. Cattleya

CATTLEYA

Categoria: Ornamentale

Cattleya è un genere di piante epifite appartenente alla famiglia delle Orchidaceae e originario dell'America tropicale. Tra specie botaniche ed ibridi le Cattleya sono forse le orchidee con il maggior numero di varietà. Le foglie sono ovate o nastriformi, di un bel verde molto acceso, cuoiose e carnose. I fiori sono appariscenti e variamente colorati. Anche in questo genere troviamo delle orchidee di piccole dimensioni, come ad esempio Cattleya aclandiae, che non supera i 10-12 cm d'altezza.  

Coltivazione: le Cattleya sono piante robuste e facili da coltivare in casa. Essendo orchidee epifite si coltivano in un composto a base di corteccia,  in modo da permettere una buona aerazione dell'apparato radicale. Ricordiamo che la fioritura dipende da una serie di fattori, in particolare è influenzata dall'esposizione, dalla luminosità, dall'umidità ambientale, dalla temperatura, dalle irrigazioni e dalle concimazioni. In particolare è molto importante curare l'esposizione. Una mancanza di luce, fattore di fondamentale importanza nella coltivazione delle Cattleya, compromette la fioritura. La temperatura, può variare tra una minima di 13-15 gradi ed una massima di circa 30°C. Durante la bella stagione le Cattleya possono essere portate all'esterno, in giardino o in terrazzo, a mezz'ombra. Durante il periodo di crescita è necessario garantire il giusto apporto di nutrienti. Curare la circolazione d'aria
Esposizione: le Cattleya necessitano di molta luce, ma non di sole diretto
Messa dimora: il rinvaso può rappresentare l'occasione per moltiplicare l'orchidea per divisione
Irrigazione: frequenti dalla primavera a tutta l'estate, ma aspettiamo sempre che il substrato si asciughi tra una irrigazione e l'altra. Diradare le irrigazioni in inverno.

Marciumi

Malattie


I marciumi di colletto e radici sono causati prevalentemente dai funghi delle specie Pythium e Phytophtora, questi attaccano le parti sotterranee delle piante causando ingiallimento e morte della pianta. A causa della loro natura non sono facilmente individuabili e spesso quando si decide di intervenire è troppo tardi poiché lo stato di salute della pianta è alquanto compromesso.

Vedi scheda completa

Puoi difendere la tua pianta con