1. Home »
  2. Piante »
  3. Piante ornamentali »
  4. Sinforina

Sinforina

Categoria: Ornamentale

La sinforina appartiene alla famiglia delle Caprifoliaceae. Si tratta di un arbusto originario dell'America settentrionale.
La sinforina ha uno sviluppo che puo' arrivare anche ai due metri di altezza, con portamento eretto ed ampie ramificazioni. Le foglie sono caduche, di colore verde scuro. I fiori sono molto piccoli, situati all'ascella delle foglie, di colore verde. Compaiono in primavera, in piccoli grappi che in autunno daranno origine a bellissime bacche di colore bianco (in S. albus) o rosa (in S. Magic Berry) o rosso (in S. orbiculatus). Le bacche durano sulla pianta da ottobre a gennaio. Grazie al loro peso conferiscono alla pinata un gradevole portamento arcuato durante la loro presenza. Sono cerose, rotonde e purtroppo tossiche per l'uomo.

Clima: si tratta di una pianta piuttosto rustica che non soffre particolarmente il freddo. Tollera bene l'inquinamento per cui cresce bene anche nelle città

Esposizione: in piena luce, ma anche a mezz'ombra

Terreno: medio impasto è l'idelae comunque basta che sia ben drenato

Irrigazioni: costanti evitando i ristagni idrici. Tollera bene anche le acque calcaree.

Messa a dimora: per seme, per talea o per divisione dei rizomi

Ticchiolatura

Malattie


La Ticchiolatura è una malattia crittogamica, causata sulle piante ornamentali da funghi appartenenti al genere Diplocarpon o Marssonina e sulle piante da frutto da funghi appartenenti al genere Venturia; si sviluppa soprattutto in presenza di un clima particolarmente umido ed in assenza di un adeguato riciclo d’aria.
Gli attacchi avvengono principalmente in autunno o durante primavere fresche e piovose. Le specie vegetali più colpite sono le rosacee da frutto, in particolare il melo, il pero e le rose, vengono colpite anche piante ad alto fusto, quali il pioppo e il salice. La malattia interessa particolarmente le foglie, ma anche fusti e frutti.
Le foglie sono le prime parti della pianta ad essere colpite, si ricoprono, in maniera graduale, di macchie scure, che all’inizio sono piccole ed isolate, successivamente si accrescono sino a confluire. Attorno alle macchie, nere o porpora scuro, la foglia tende a ingiallire.

La ticchiolatura interessa inizialmente la pagina superiore della foglia, successivamente si propaga alla pagina inferiore per poi passare ai rami più giovani, poi a quelli portanti e contaminare infine il frutto.
Se l’attacco è particolarmente grave si può arrivare alla filloptosi della pianta con riduzione dello sviluppo vegetativo e della fioritura.

Il fungo sopravvive all'inverno come spora, nelle foglie che cadono in terra.

Vedi scheda completa

Puoi difendere la tua pianta con