Hoya

Categoria: Ornamentale

Il genere Hoya comprende circa 300 specie originarie di un vasto areale che va dal sud est dell'Asia (India e Cina), all'Australia e alla Polinesia. Le Hoya fanno parte delle famiglia delle Apocynaceae. All'interno del genere Hoya si ritrovano piante rampicanti, altre cespugliose, altre ancora arbustive ed altre striscianti. Le foglie sono di consistenza  cuoiosa o carnosa, di forma ovale, a cuore, ellittiche o quasi circolari, presentano varie gradazioni di verde, talvolta di aspetto maculato, sono glabre o ricoperte di peluria. I fiori, gradevolmente profumati, sono raggruppati in ombrelle ascellari uniti da un corto peduncolo, hanno l'aspetto ceroso, e questa caratteristica giustifica il nome di "fiori di cera". Il periodo di fioritura va dalla primavera all'estate. Le specie più comunemente coltivate sono: H. australis, H. bella, H. publicalyx, H. carnosa, H. kerri, H. linearis, H. multiflora.  Tra le specie che meglio si prestano a vivere in appartamento consigliamo Hoya carnosa, una pianta molto generosa che fiorisce ininterrottamente dalla fine della primavera e per tutta l'estate. I fiori sono stellati e cerosi, tipici del genere, di colore bianco-rosato con la parte centrale di colore rosa e profumati. Esiste anche una varietà "Variegata"che presenta margini fogliari di colore bianco e una varietà "Marmorata" con foglie con la parte centrale screziata di bianco.

 

Esposizione: tutte le specie e varietà necessitano di molta luce ma non il sole diretto, specie nei periodi estivi e nelle ore più calde. In inverno scegliete un'esposizione molto luminosa ma sempre senza insolazione diretta.

Coltivazione: le Hoya sono piante poco impegnative. Le temperature ideali non devono essere inferiori a 18° - 20° C. Meglio utilizzare vasi o fioriere ben proporzionati alle dimensioni delle piante.  Il terriccio ideale deve essere ben drenante. Spesso le piante vengono fatte crescere su di un cerchio di metallo messo disposto nel vaso, in questo modo la pianta svilupperà una bella massa di foglie. Ogni mese, a partire dalla primavera e per tutta l'estate, le piante si concimano con normale concime liquido da diluire nell'acqua di irrigazione. Lo scapo fiorifero non va mai reciso né vanno recise le infiorescenze, per non impedire la successiva fioritura che avviene sul prolungamento dello stesso.

Messa a dimora: le Hoya si moltiplicano facilmente per talea. Le talee provviste di 2-3 nodi, lunghe almeno 10 cm, si prelevano in estate. Le talee si tagliano subito sotto un nodo - si eliminano le foglie poste più in basso - e si collocano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Si consiglia di coprire il vaso con un velo di plastica trasparente. Il terriccio deve essere mantenuto leggermente umido, mentre le temperature non devono essere inferiori ai 24°C. Alla comparsa dei primi germogli (talea radicata) le talee si trapiantano nel vaso definitivo.

Irrigazione: garantite un'umidità regolare in estate. In inverno le irrigazioni vanno ridotte ma l'umidità ambientale deve essere incrementata con ogni mezzo, avendo però cura di evitare i ristagni idrici.

 

Acari

Parassiti


Sono ragnetti molto piccoli, della grandezza di una capocchia di spillo. Quando l’infestazione è elevata si notano delle ragnatele.

Vedi scheda completa