1. Home »
  2. Piante »
  3. Piante da frutta »
  4. Albicocco

Albicocco

Categoria: Frutteto

L’albicocca è una dei frutti di inizio estate più rinomati ed apprezzati.
E’ il frutto dell’albicocco, Prunus armeniaca, pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae, originariadell’Asia.
Insieme a pesco, susino, ciliegio e mandorlo (le più conosciute nel nostro paese), l’albicocco fa parte delgruppo delle Drupaceae, piante che producono frutti denominati “drupe”.
L’albicocco è una pianta a foglia caduca che può raggiungere un’altezza di 6-8m.
Le sue foglie sono a formadi cuore, verde chiaro, inserite in maniera alterna sul tronco.
E’ una pianta che vive per molti anni, oltre i 50.
Solitamente inizia a produrre a partire dal terzo anno di età.
E’ una pianta autocompatibile, con fiori ermafroditi e impollinazione prevalentemente di tipo entomofila,che avviene cioè tramite l’attività impollinatrice di insetti pronubi.
La fioritura avviene presto con l’avvio della stagione vegetativa, solitamente a marzo, annunciando l’arrivodella primavera.
Sono fiori composti da 5 petali bianco rosati, singoli o riuniti in mazzetti, ma sempre suirami di un anno.
E’ qui che si svilupperanno e matureranno i frutti, le albicocche: drupe ovali, dalla polpacarnosa, color arancione più o meno intenso, ricoperte da una sottile epidermide aderente alla polpa, dellostesso colore, in alcune varietà con piccole punteggiature rosse.
All’interno, un grosso nocciolo legnoso, dicolore marrone, avvolge il seme vero e proprio.
Le albicocche maturano tra giugno (varietà più precoci) e luglio (varietà più tardive).
La polpa è soda,leggermente acidula, ma tende a divenire più dolce e zuccherina a maturità.
E’ ricca di vitamine,soprattutto la C, ma anche A e B.
Le varietà maggiormente diffuse di albicocco sono: Ninfa, Bella d’Imola, Monaco, Cafona, Vitillo, Giulia, SanCastrese, Goldrich, Portici.
I portinnesti più utilizzati sono: Mirabolano (Prunus cerasifera), Manicot GF1236,… oltre all’albicocco franco.

Clima: la sua coltivazione è diffusa in tutti i paesi a clima temperato, tra cui l’Italia. Viene coltivato

prevalentemente nelle aree meridionali o costiere: è una pianta che sopporta il freddo, ma teme molto le

gelate tardive essendo caratterizzata da fioritura precoce.

Esposizione: Predilige posizioni esposte al sole e riparate dal vento.

Terreno: fresco e ben drenante, fertile: si consiglia sempre di scegliere una varietà e un portinnesto adatti

alla zona pedoclimatica in cui si vuole coltivare la pianta.

Propagazione: prevalentemente per innesto.


COME SI CONSUMA QUESTO FRUTTO?

Le albicocche si consumano prevalentemente come frutto fresco, ma anche trasformate in succhi, conserve, marmellate e altri dolci.

Bolla del pesco

Malattie


La bolla del pesco è causata da un fungo Taphrina deformans, il sintomo tipico è quello sui giovani germogli che, spesso aggrediti in fase di apertura delle gemme, fuoriescono dalle stesse, già deformati.
Si manifestano bollosità e deformazioni che assumono prima un colore giallo chiaro e poi rossastro. Il tessuto colpito si presenta meno elastico, più spesso e può facilmente rompersi. Si ha una riduzione dell'apparato fotosintetico a causa della caduta delle foglie con conseguente debilitazione delle piante in seguito a produzione di nuove foglie e calo quali - quantitativo della produzione.

Vedi scheda completa

Puoi difendere la tua pianta con