1. Home »
  2. Blog »
  3. L'orto »
  4. “Sfemminellate” i pomodori e trattateli con rame se volete un raccolto sano e abbondante

Dal blog di Copyr

L'orto

“Sfemminellate” i pomodori e trattateli con rame se volete un raccolto sano e abbondante

pubblicato il 27.06.2018

Ci risiamo, è tornata l’estate finalmente! L’orto riprende a produrre a pieno ritmo e a richiedere la nostra presenza: bagnare, concimare, tenere lontani insetti, malattie ed erbacce… I lavori da fare sono sempre tanti, così come le soddisfazioni che ne otteniamo!

Qual è l’ortaggio estivo che vi viene in mente per primo quando pensate all’estate? Il pomodoro!

Ve n’è di tantissimi tipi, tondi, perini, ciliegini, costoluti, lisci, … oggi, poi, ha preso piede anche la coltivazione di quelli gialli e di quelli neri… insomma, una vastissima gamma di pomodori renderanno più fantasiose e colorate e gustose le insalate estive!

Ma prendiamoci cura di loro, se vogliamo raccoglierne per tutta la stagione estiva!

Cosa c’è da fare ora?

Eliminate i germogli che si sviluppano all’ascella delle foglie: quest’operazione si chiama “sfemminellatura” ed è necessaria per le varietà a crescita indeterminata; in questo modo la pianta crescerà più vigorosa in altezza senza assumere l’aspetto cespuglioso e disordinato, con tanti rametti laterali deboli. Questa è un’operazione da fare soprattutto nelle prime fasi di sviluppo della pianta, seguendola giornalmente: fatelo a mano, con indice e pollice.

Legate la pianta man mano che cresce al tutore che avete già predisposto, utilizzando laccetti morbidi, che non segnino o costringano il fusto.

Eseguite, entro la fioritura, trattamenti a base di rame, per prevenire l’insorgenza di peronospora, malattia fungina sempre in agguato e in grado di compromettere il raccolto!

Bagnate regolarmente e concimate: utilizzate Fortyl Bontà per ottenere pomodori grossi e saporiti! Leggete le dosi indicate in etichetta e seguite le istruzioni indicate.

Piante associate