Ultime notizie dal Blog di Copyr

Gli Agrumi

Minatrice serpentina degli agrumi

pubblicato il 20.06.2016

Se le foglie dei limoni sono attraversate da lunghe e sinuose gallerie, è il momento di correre ai ripari ed eseguire un trattamento insetticida contro la Minatrice serpentina degli agrumi (Phyllocnistis citrella), un lepidottero (cioè una farfalla) molto dannoso per piante di arancio, limone, pompelmo, mandarino.
Le gallerie vengono scavate da minuscole larve all’interno dei tessuti fogliari, di cui si nutrono; le foglie vengono così rovinate, non fotosintetizzano più regolarmente e tendono a deformarsi, accartocciandosi su se stesse. I danni si iniziano a vedere in primavera, sulla nuova vegetazione. Sono, infatti, soprattutto le foglie dei germogli nuovi ad essere attaccate, quelle più tenere e appetibili da questi insetti. Una volta che la larva ha terminato il suo percorso e si è ben nutrita, esce all’esterno della galleria (detta anche ‘mina’ fogliare) e si trasforma in farfalla. Il danno ormai è fatto. Le foglie colpite e danneggiate vanno incontro a disseccamento e cadono. La pianta è indebolita e più suscettibile ad altre malattie. La farfalla, piccola e caratterizzata da ali grigio argentee, svolazzando qua e là sulle piante di agrumi, deporrà altre uova da cui nasceranno altre larve, e così via…
Contro la Minatrice serpentina degli agrumi è necessario intervenire subito, alla prima comparsa dei danni: utilizzate un prodotto specifico contro questo tipo di insetti (definiti ‘lepidotteri minatori’), seguendo le dosi e modalità d’utilizzo indicate in etichetta.

Dall'incrocio tra un mandarancio ed un pompelmo otteniamo un..?

pubblicato il 19.02.2016

Tante specie di cocciniglie pronte ad attaccare i vostri agrumi!

pubblicato il 05.09.2015

Pratiche agronomiche

Il giusto concime per la bellezza di fiori e piante

pubblicato il 13.06.2016

L’estate è alle porte: sono pronte le tue piante per affrontare al meglio questa stagione? Una pianta vigorosa e ben nutrita avrà foglie più verdi e darà fiori in abbondanza, più grandi e colorati, donando ai nostri occhi una spettacolare visione e profumo inebriante all’olfatto. I giusti elementi nutritivi necessari alla pianta per affrontare al meglio questo periodo, spesso insufficienti nel terreno, possono essere forniti tramite un prodotto apposito: Fortyl Bellezza è un concime formulato appositamente per migliorare la bellezza delle piante, per rendere più intenso il colore dei suoi fiori oltre che dei frutti, e il verde delle foglie. E’ un concime di facile utilizzo; grazie alla sua formulazione liquida, infatti, può essere applicato tramite innaffiatura al terreno, oppure spruzzato direttamente sulle foglie delle piante da trattare. Fortyl ‘Bellezza’ è una soluzione a base di azoto e altri microelementi (Mg-S 4-8,1), contiene inoltre lignosulfonati. Per un corretto utilizzo, seguite le dosi e le modalità indicate in etichetta.

Come mettere a dimora i Pomodori: tutte le accortezze da seguire!

pubblicato il 20.05.2016

Cosa è il Piretro e come utilizzarlo

pubblicato il 11.03.2016

Il frutteto

Frutto del mese

pubblicato il 09.06.2016

Iniziano a maturare in questo periodo le more, viola, succose e dolci. Le more vengono prodotte dai rovi (Rubus fruticosus), arbusti vigorosi e sarmentosi, spesso presenti allo stato spontaneo in aree incolte, al punto da essere considerati invadenti. Tenuti sotto controllo, i rovi possono essere coltivati per la produzione di questi gustosi frutti, che vengono raccolti in copiose quantità anche da piante selvatiche in campagna. La mora si sviluppa in seguito alla fioritura, caratterizzata da grappoli di fiorellini bianchi che si aprono in estate. Coltivate il rovo in una posizione soleggiata, in un terreno fresco e ben drenato. Sostenete i suoi rami con sostegni di legno, o paletti, sui quali legare i lunghi rami di questo arbusto. In seguito alla raccolta delle more, potate la pianta raccorciando tutti i rami che hanno prodotto.
Il rovo è una pianta rustica e resistente, raramente si ammala. In caso di attacco di insetti, quali afidi o cicaline, intervenite con un prodotto naturale a base di piretro; consultate le pagine di questo sito per scoprire la gamma di prodotti Copyr!

Tutte le proprietà della Nespola!

pubblicato il 18.03.2016

Quando effettuare la potatura delle piante?

pubblicato il 12.02.2016

Equilibrio Naturale

La Processionaria ha invaso il pino! Cosa fare!?

pubblicato il 27.05.2016

La Processionaria è un insetto purtroppo frequente su pino, molto fastidioso, non solo per le piante, ma anche per l’uomo! Thaumetopoea pityocampa, questo è il suo nome scientifico, è un lepidottero, cioè di una farfalla, con ali di colore grigio-brune e il corpo arancione nerastro. Le larve, lunghe 3-4 cm, sono ricoperte di peli. Sono proprio le larve le più fastidiose, a causa dei danni che compiono sulla pianta: si nutrono dei suoi aghi defogliandola e riducendola ad uno scheletro. La pianta ne risulta indebolita e suscettibile anche ad altre malattie. Ci si accorge della presenza della Processionaria, oltre che per i danni appena descritti, per i tipici nidi, voluminosi, formati da fili sericei bianchi, e aghi di pino secchi, nei quali nascono e dai quali fuoriescono le larve. Il nome ‘Processionaria’ deriva dalle abitudini gregarie di queste ultime che, una volta arrivata la primavera, escono dal nido in fila, una dietro l’altra, a percorrere il fusto fino a terra. Lungo il loro cammino divorano le foglie, danneggiando la pianta.
Attenzione a non venire a contatto con la Processionaria! I suoi peli, infatti, sono estremamente urticanti e, a contatto con la pelle, provocano fastidiosissime dermatiti e gravi irritazioni agli occhi!
Ricordatevi che, data la gravità dei danni compiuti, la lotta alla Processionaria è obbligatoria per legge! Se si riesce è opportuno distruggere i nidi durante l’inverno, prevenendo la fuoriuscita delle larve. In alternativa, si suggerisce l’utilizzo di insetticidi efficaci contro le larve di lepidottero.

Il giusto concime per la bellezza delle tue piante

pubblicato il 15.04.2016

E’ arrivata la bella stagione! Prendetevi cura del vostro prato

pubblicato il 01.04.2016

Chiedi all'agronomo

Chiedi un consiglio al
nostro agronomo,
ti risponderà al più presto!

Il servizio è completamente gratuito, puoi effettuare una richiesta o inviarci una foto. clicca qui!

Ultime dal forum di Copyr Giardinaggio

Ezio Pecchiari
20.06.2016
Gent. Agronomo Le invio una foto di una foglia di pomodoro e Le chiedo se da questa si può capire ...
Ezio Pecchiari
20.06.2016
Gent.Agronomo La mia pianta di albicocco ha il problema che si evidenzia nella foto allegata. Cosa...
Laura restelli
19.06.2016
Buongiorno, Risiedo in un residence nel cui parco si sta diffondendo l'edera, è più precisamente...
"Ricordati di..." è un rubrica dedicata interamente a consigli utili per la difesa e la cura delle tue piante. Segui i consigli del nostro agronomo per mantenere le tue pianti belle e forti.
Giugno
Soluzioni per
Lumache e limacce
Trappola per lumache
Trappola per lumachevai alla scheda