Ultime notizie dal Blog di Copyr

Pratiche agronomiche

Cura dell’Ortensia

pubblicato il 28.07.2016

Fioriscono in questo periodo le ortensie: Hydrangea macrophylla (o H. hortensis) è la specie più frequentemente coltivata, con i classici fiori rosa o azzurri, molto diffusa nei giardini e nei cortili. Questi arbusti possono essere coltivati sia in piena terra che in vaso, con notevole facilità e poche cure, l’importante è ricordarsi di utilizzare un terriccio specifico per piante acidofile e mantenere la pianta prevalentemente in mezz’ombra, poiché soffre l’irraggiamento diretto del sole soprattutto nelle ore centrali della giornata, più calde. Le ortensie sono molto apprezzate per la bellezza dei loro fiori; sono infiorescenze a corimbo, globose, del diametro di 10-20 cm, composte da numerosi fiorellini a quattro petali generalmente di colore rosa, azzurro o anche bianco.
E se le nostre ortensie vengono attaccate dal ragnetto rosso? La sua presenza si manifesta con sottilissime ragnatele che avvolgono i fiori o le foglie, opacizzando la bellezza di questi fiori e rovinandone l’aspetto estetico oltre che indebolendo la pianta, che perde di vigoria. Che fare? Contro i ragnetti, altrimenti definiti acari, è necessario intervenire con un prodotto specifico acaricida, come il Botanigard 22 wp: consultate le pagine di questo sito per ulteriori consigli in merito, o rivolgetevi all’agronomo di Copyr a vostra disposizione.

Nutrizione delle piante

pubblicato il 08.07.2016

Il giusto concime per la bellezza di fiori e piante

pubblicato il 13.06.2016

Fiori e Colori

Fioritura delle Lagerstroemie

pubblicato il 22.07.2016

In questo periodo viali alberati, giardini pubblici e privati si colorano di rosa: le lagerstroemie (Lagerstroemia indica) sono in piena fioritura e la loro chioma è ricoperta di fiori con petali di tonalità che vanno dal rosa al violetto. Sono minuti alberelli, dal tronco longilineo (lungo fino a 3-4 m) e la chioma ordinata. Le foglie sono ovali e lucide, anche loro molto apprezzate dal punto di vista ornamentale. Durante il periodo estivo, all’estremità dei rami dell’anno, si aprono i fiori, molto belli e appariscenti. Con la potatura è possibile far assumere alla pianta la tipica forma ad alberello, oppure a cespuglio, scelta in base alle esigenze e al gusto personale. Le lagerstroemie sono piante molto facili da coltivare e poco esigenti in quanto a cure; raramente si ammalano, resistono molto bene al freddo e richiedono poca acqua. Proprio per questi motivi sono molto utilizzate negli spazi verdi pubblici cittadini. Nel caso si voglia coltivare una lagerstroemia in giardino, si scelga una posizione soleggiata, con terreno argilloso e fertile: aggiungete nella buca d’impianto un po’ di concime (letame) così da aiutare la pianta ad attecchire e a svilupparsi. Il periodo migliore per metterne a dimora una pianta è la primavera. Chiedete un consiglio all’agronomo di Copyr, disponibile su questo sito, per la sua coltivazione.

Fiore del mese

pubblicato il 27.06.2016

Fioriscono i rododendri! Come godere di una magnifica fioritura

pubblicato il 13.05.2016

Le piante ornamentali

Cocciniglie sulle rose?

pubblicato il 01.07.2016

Le rose sono in piena fioritura, coloratissime e profumate, sprigionano tutta la loro bellezza, affascinandoci e inebriando i nostri sensi. La coltivazione delle rose è piuttosto semplice; una volta messe nella giusta posizione, con sole, acqua e nutrienti a sufficienza (somministrate il concime Fortyl Bellezza per incrementare il loro splendore), nient’altro servirà per avere un buon risultato.
Attenzione, però, malattie e insetti sono sempre in agguato! Le cocciniglie, ad esempio, possono offuscare la bellezza di questi fiori, imbrattando fusto e foglie con la produzione di melata e lo sviluppo di fumaggini. Inoltre, questi insetti per alimentarsi succhiano linfa dai tessuti della pianta, indebolendola. Una rosa attaccata dalle cocciniglie perderà di vigore e bellezza.
Come fare per ripulire la pianta da questi fastidiosi insetti? Non sempre è facile intervenire manualmente, con un guanto o con un batuffolo di cotone inumidito con acqua e alcool o sapone di marsiglia: questa operazione di pulizia è sicuramente utile, ma non è mai totalmente efficace, poiché le cocciniglie si nascondono in zone difficilmente raggiungibili, all’inserzione delle foglie e nelle pieghe dei rami. Risulta, invece, più efficace un trattamento con un prodotto a base di olio minerale, come ad esempio l’Anticocciniglia pronto all’uso di Copyr. Ricoprendo la vegetazione con questo prodotto, tutte le cocciniglie moriranno per asfissia.
Ricordatevi che le cocciniglie sono spesso trasportate dalle formiche: se vedete delle formiche camminare lungo la vostra pianta, è probabile che vi siano anche delle cocciniglie; controllate bene e chiedete un consiglio all’agronomo di Copyr se non sapete come fare ad eliminarle!

La fotinia: di cosa si tratta e come coltivarla

pubblicato il 22.04.2016

Le lumache: un pericolo per i vostri Amaryllis!

pubblicato il 22.09.2015

Gli Agrumi

Minatrice serpentina degli agrumi

pubblicato il 20.06.2016

Se le foglie dei limoni sono attraversate da lunghe e sinuose gallerie, è il momento di correre ai ripari ed eseguire un trattamento insetticida contro la Minatrice serpentina degli agrumi (Phyllocnistis citrella), un lepidottero (cioè una farfalla) molto dannoso per piante di arancio, limone, pompelmo, mandarino.
Le gallerie vengono scavate da minuscole larve all’interno dei tessuti fogliari, di cui si nutrono; le foglie vengono così rovinate, non fotosintetizzano più regolarmente e tendono a deformarsi, accartocciandosi su se stesse. I danni si iniziano a vedere in primavera, sulla nuova vegetazione. Sono, infatti, soprattutto le foglie dei germogli nuovi ad essere attaccate, quelle più tenere e appetibili da questi insetti. Una volta che la larva ha terminato il suo percorso e si è ben nutrita, esce all’esterno della galleria (detta anche ‘mina’ fogliare) e si trasforma in farfalla. Il danno ormai è fatto. Le foglie colpite e danneggiate vanno incontro a disseccamento e cadono. La pianta è indebolita e più suscettibile ad altre malattie. La farfalla, piccola e caratterizzata da ali grigio argentee, svolazzando qua e là sulle piante di agrumi, deporrà altre uova da cui nasceranno altre larve, e così via…
Contro la Minatrice serpentina degli agrumi è necessario intervenire subito, alla prima comparsa dei danni: utilizzate un prodotto specifico contro questo tipo di insetti (definiti ‘lepidotteri minatori’), seguendo le dosi e modalità d’utilizzo indicate in etichetta.

Dall'incrocio tra un mandarancio ed un pompelmo otteniamo un..?

pubblicato il 19.02.2016

Tante specie di cocciniglie pronte ad attaccare i vostri agrumi!

pubblicato il 05.09.2015

Chiedi all'agronomo

Chiedi un consiglio al
nostro agronomo,
ti risponderà al più presto!

Il servizio è completamente gratuito, puoi effettuare una richiesta o inviarci una foto. clicca qui!

Ultime dal forum di Copyr Giardinaggio

vittorio
29.07.2016
Dimenticavo.. i fichi che incominciano a maturare quando li posso mangiare ? GRAZIE
vittorio
29.07.2016
Buongiorno dottore, la disturbo per il mio albero di fico che ho nel giardino. L'ho trovato pieno ...
guido dente
28.07.2016
gent.mo dottore vorrei sapere a che tipo di quercia appartiene questa foglia, si tratta di un albero...
"Ricordati di..." è un rubrica dedicata interamente a consigli utili per la difesa e la cura delle tue piante. Segui i consigli del nostro agronomo per mantenere le tue pianti belle e forti.
Luglio